Traduttore europeo

Tullio Clementi nasce a Stadolina (Comune di Vione), in alta Valcamonica, nel 1941. Terminata la scuola dell'obbligo, inizia a lavorare come operaio, migrando nei cantieri edili della Valcamonica, della Liguria, del Piemonte, di Milano e della Svizzera fino al 1975, quando gli viene proposta l'attività di funzionario sindacale della Cgil, che svolgerà ininterrottamente per quasi vent'anni. 

Nel 1995, dopo essersi dimesso da ogni incarico dirigenziale nel sindacato, instaura un rapporto di collaborazione professionale con la Cgil camuno-sebina, curando in modo particolare l'attività editoriale, l'informatizzazione degli uffici, il sito Internet (fino al 2011) e l'organizzazione dell'Archivio storico sindacale, presso il Circolo culturale Ghislandi

Nel 1996, in collaborazione con Mimmo Franzinelli (con il quale condivide tuttora la direzione editoriale) e con il Circolo Ghislandi, promuove la realizzazione della collana Il tempo e la memoria, edita dallo stesso Circolo culturale con il sostegno economico del sindacato. Dal 1991 è direttore responsabile del periodico Graffiti

Ha pubblicato: Il pungolo, 1988; Bagliori di Palazzo, 1990 (1ª edizione), 1991 (2ª edizione); Una vita a ramengo, 2001; Forno Allione. La grafite e le ceneri (con Luigi Mastaglia), 2004; Una Valle, una fabbrica. Storia del Cotonificio Olcese (con Luigi Mastaglia), 2009; Marcellino, 2009. "Barba" Chini, il suo tempo, la sua gente, 2012. La terza età della Resistenza (con Luigi Mastaglia), 2015.

In fase progettuale: L'ombra del padre...

Altre pubblicazioni disponibili integralmente sul sito Internet : L'uovo di Colombo; Valcamonica, 1968 - 2001: la parabola della sinistra politica e socialeL'altra America (il dramma dell'emigrazione camuna in Sudamerica nelle lettere di quelli che non hanno "fatto fortuna")

l'ospite:

Vladimir Clementi

 

sulle montagne della Valcamonica (e non solo)

ragazzi e genitori (e nonni) bresciani in libera uscita nel primo weekend estivo

2008: Baita "Adamè" - 2009: Bivacco  "Occhi" - 2010: Rifugio "Tita Secchi" - 2011: Rifugio "Albani" - 2012: Rifugio "Aviolo" - 2013:......